Sicurezza

Situazione sicurezza nella capitale
Zone a rischio: le zone a rischio sono in aumento. Si sconsigliano i seguenti quartieri: ”Borro” (nella periferia nord della capitale), ”Cerro Nord” e ”Casabó” (nella periferia ovest), ”Quaranta Semanas” (nella periferia nord-ovest), ”Euskal Erría” (nella periferia est), spesso teatro di gravi fatti di cronaca e difficilmente accessibili alle stesse Forze di Polizia (considerati ”zona roja”).

Zone di cautela: tutti i quartieri periferici della città. Occorre vistare, con maggiori precauzioni rispetto al passato, anche il centro storico (”Ciudad Vieja”) nelle ore serali e notturne e la zona del porto.

Zone sicure: la maggior parte dei quartieri residenziali, in particolare ”Pocitos”, ”Punta Carretas” e ”Carrasco”. Il deterioramento delle condizioni di sicurezza si riflette, tuttavia, anche in questi ultimi, dove si sono verificati casi di rapine a mano armata in banche, ristoranti ed esercizi commerciali, oltre ai già diffusi casi di microcriminalità tipici delle aree metropolitane.

Situazione sicurezza nel resto del Paese
Zone a rischio: nessuna.

Zone di cautela: visitare con precauzione le zone più lontane dai centri abitati, spesso prive di idonei mezzi di comunicazione o intervento. La crisi economica attuale ha incrementato episodi di delinquenza.

Zone sicure: le località turistiche più frequentate e, in generale, i centri abitati.

Avvertenze
Particolare attenzione andrà adottata da chi guida veicoli; la segnaletica è carente, in particolar modo in prossimità degli incroci. Il fondo stradale è spesso in cattive condizioni ed è a volte assente la segnaletica relativa ad eventuali lavori.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *